Si iniziò a parlare di calcio al Festival di Sanremo già nel 1956. Era la sesta edizione e tra i sei interpreti in gara si presentò Clara Vincenzi, sorella di Guido, difensore dell’Inter e della Nazionale. Clara cantò quattro canzoni, nessuna delle quali ebbe successo in gara e nemmeno successivamente. Il fratello invece continuò a giocare con i nerazzurri per poi passare alla Sampdoria, diventandone una bandiera. Lo sport ha sempre creato dei link con il Festival della canzone italiana. L’edizione numero settanta che inizia stasera (Rai 1 ore 20,40) avrà tra i protagonisti anche Francesca Sofia Novello, fidanzata di Valentino Rossi, e Georgina Rodriguez, compagna di Cristiano Ronaldo. A sceglierle il presentatore Amadeus, tifoso interista che ha chiamato il figlio José in onore del Mourinho del triplete. L’anno scorso tra i tanti riferimenti pop della canzone di Achille Lauro c’era anche Paul Gascoigne. Non l’unico caso. Nel 1980 nei versi di L’Italiano di Stefano Rosso vengono nominati Bruno Giordano e Paolo Rossi. Nei testi delle canzoni il Milan viene citato due volte in tutta la storia del Festival, il Napoli e la Juve una. Nei titoli però è la Formula Uno a battere il calcio con ben due canzoni come Gran Prix (1977) e Casco Blue (1983).

Eddy Anselmi è uno degli autori di questo Festival e sarà presente anche come ospite all’Altro Festival su RayPlay. È appena uscito il suo monumentale libro Il festival di Sanremo: 70 anni di storie, canzoni, cantanti e serate, edito da De Agostini, e tra i tantissimi aneddoti se ne possono trovare alcuni che hanno a che fare con il mondo dello sport. Anselmi ricorda che hanno partecipato al concorso anche due ex calciatori come Christian (arrivò fino alla De Martino del Palermo senza esordire mai tra i professionisti) e Francesco Rapetti, il figlio di Mogol ha giocato con Ternana e Mantova. Indimenticabile è stata l’imitazione che fece Teo Teocoli di Cesare Maldini, che fino a poco prima era il ct della Nazionale. Nel 2003 i calciatori della Juve si cimentarono ne Il Mio Canto Libero di Battisti. Marcello Lippi, tornato sulla panchina della Nazionale in vista dei mondiali sudafricani, partecipò nel 2010 come ospite della canzone del trio Pupo, Emanuele Filiberto e Luca Canonici. Venne contestato anche il ct.

Per quanto importante sia il Festival nella storia del nostro Paese, mai ha bloccato un evento sportivo. Piuttosto è vero il contrario. Nel 1988 la seconda manche dello slalom speciale di Alberto Tomba alle Olimpiadi fece interrompere la gara. Albertone andò in diretta e vinse. L’organizzazione del Festival negli ultimi anni cerca di evitare la concomitanza con partite importanti. Nei Duemila alcune volte si è iniziato al lunedì per avere un turno di riposo nel mercoledì di coppa o della Nazionale. Tra i calciatori ospiti si possono segnalare Francesco Totti, Antonio Cassano e Roberto Baggio. Stefano Tacconi nel 1993 addirittura intonò, nemmeno così malamente, una canzone di Fausto Leali. Dopo anni alla Juventus era passato al Genoa, la Curva rossoblu poco dopo lo contestò con un coro: “Tacconi, vai a Sanremo. Vai a Sanremo…”. Il portierone non apprezzò e non tanto tempo più tardi mise fine alla sua carriera.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Kitikaka – Quelli che il calcio rispolvera le notti magiche (ma pure i pomeriggi). E parte il coro dal divano: ‘Totò Schillaci parla per noi’

next
Articolo Successivo

Sanremo 2020, live tweeting #quisanremo [Diretta della finale sabato 8 febbraio]

next