“Finché aveva la toga addosso Di Pietro era Di Pietro. Quel giorno, quando lasciò la toga, io ho avuto una grande delusione“. Il giornalista Paolo Brosio, ospite con Eva Robin’s de ‘La Confessione’, in onda su Nove venerdì 31 gennaio alle 22.45, torna con i ricordi al 6 dicembre 1994 quando il pubblico ministero simbolo di Mani Pulite Antonio Di Pietro annunciò di volersi dimettere da magistrato. “Di Pietro era più popolare di Garibaldi: secondo lei si sentiva invincibile in quel periodo?”, chiede il direttore de Ilfattoquotidiano.it. “Finché aveva la toga addosso Di Pietro era Di Pietro – chiarisce Brosio – Quel giorno, quando lasciò la toga, io ho avuto una grande delusione. La legge lo prevede, uno si mette in aspettativa… ci sono tanti magistrati che lo fanno”. L’ex cronista del Tg4, che all’epoca, sotto la direzione di Emilio Fede, seguì giorno dopo giorno tutti gli sviluppi di Tangentopoli, ritiene le dimissioni dell’ex giudice “uno sbaglio”: “Ti dico la verità: il magistrato è un po’ come il sacerdote, come il giornalista. Il giornalista deve fare il giornalista, il magistrato deve fare il suo lavoro. Io dissi: ‘Per me ha sbagliato’“.

‘La Confessione’ è prodotta da Loft Produzioni per Discovery Italia e sarà disponibile anche su Dplay (sul sito www.it.dplay.com – o scarica l’app su App Store o Google Play) e su sito e app di Loft. Nove è visibile al canale 9 del Digitale Terrestre, su Sky Canale 149 e Tivùsat Canale 9.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Carta Canta, Marco Travaglio su Loft: “Ecco perché la blocca-prescrizione non ha nulla a che fare con i ‘presunti innocenti’ in carcere”

next
Articolo Successivo

Loft Masterclass, Giancarlo Fisichella inaugura la seconda stagione: “Dai primi passi al traguardo della Formula 1”

next