“Già Papa Benedetto XVI era stato molto fermo e duro. Poi Papa Francesco ha fatto seguire una serie di provvedimenti che aiutano a fare chiarezza e a ricercare la verità”. Sono le parole del vescovo di Prato, Giovanni Nerbini, dopo che cinque sacerdoti, un frate e tre religiosi della comunità “Discepoli dell’Annunciazione” sono finiti nel registro degli indagati per presunte violenze sessuali su minori. Nerbini, lo scorso dicembre, aveva denunciato in Procura alcuni fatti di cui era venuto a conoscenza.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Migranti, sbarcate a Taranto le 403 persone a bordo della Ocean Viking: il bambino manda un bacio ai soccorritori

next
Articolo Successivo

Ocean Viking, 403 migranti sbarcano a Taranto dopo quattro giorni. I soccorritori: “Hanno fatto un viaggio da incubo”

next