Vi faremo un culo così. Vi avverto, vi farò male. Vi colpirò politicamente. Da lunedì sparirete, tornerete nei meandri da cui siete venuti”. Sono le parole pronunciate, in diretta Facebook, dal vicesindaco leghista di Ferrara, Nicola Lodi, che si rivolge ai giornalisti di La7 che in questi giorni hanno realizzato un’inchiesta con l’intercettazione del vice-capogruppo del Carroccio, Stefano Solaroli, che propone alla collega di partito, Anna Ferraresi, un contratto a tempo indeterminato in Comune in cambio delle dimissioni da consigliera (Ferraresi era considerata una piantagrane per le continue denunce sul degrado in città). Piazzapulita, che ha mandato in onda il servizio di Alessio Lasta, ha scritto su Twitter: “Ecco la delicata reazione del vicesindaco di Ferrara alla nostra inchiesta”. Lodi, detto Naomo, continua a mantenere la casa popolare di quando era barbiere, nonostante l’attuale stipendio di 4.800 euro al mese.

Video Facebook/Nicola Lodi

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

L’Emilia Romagna si è ridotta a un voto pro o contro Salvini. E le Sardine hanno contribuito

next
Articolo Successivo

Elezioni regionali, Salvini contestato a Bologna: “Vogliamo restare liberi. Dove sono i 49 milioni?”. E i sostenitori lo difendono: “Vergognatevi”

next