Le porte aperte dei negozi, pur con le lame d’aria all’ingresso, aumentano la Co2 e il Comune deve intervenire con un’ordinanza. Lo hanno sostenuto con cartelli e slogan ambientalisti di Legambiente, Wwf, Cittadini per l’Aria e Fridays for Future in un flash mob guidato dal consigliere comunale Carlo Monguzzi, che ha attraversato la Galleria Vittorio Emanuele, nel cuore di Milano, invitando i negozianti a chiudere le porte evitando sprechi di energia.

“Stamattina abbiamo misurato la temperatura in molti negozi, ed era fra i 28° e i 32° – ha spiegato Monguzzi – Siamo in emergenza smog e aprire le porte dei negozi è pura follia, disperde energia aumentando Co2 e ossidi di azoto. Le lame d’aria abbattono un pochino l’aumento dello spreco, ma sono il contrario della coibentazione. Chiediamo al sindaco Sala e al Comune una ordinanza di buon senso per tenere chiuse le porte dei negozi”. Fra i manifestanti anche Elena Grandi, portavoce dei Verdi e assessore al Municipio 1 di Milano, che chiede “coerenza” al sindaco.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Ah, Milano! L’aria è irrespirabile ma il sindaco Sala lascia le porte dei negozi aperte

next
Articolo Successivo

Greta Thunberg a Losanna prima del vertice di Davos: “Politici, questo è solo l’inizio. Non avete visto ancora nulla”

next