Sono ripresi all’alba i lavori per abbattere gli alberi del campus Bassini del Politecnico di Milano. Il cantiere, dopo le proteste dei giorni scorsi, è stato protetto da un cordone delle forze dell’ordine. Al posto dell’area verde sorgerà un edificio che ospiterà il dipartimento di Chimica dell’Università. “Un vero e proprio blitz, con tanto di massiccio dispiegamento di forze dell’ordine. È in questo modo – scrive in una nota il M5s – che si è scelto di mettere fine alla vicenda legata all’abbattimento degli alberi di via Bassini. Lasciando inascoltate le voci di chi, fra professori, studenti e cittadini, da tempo si batte per preservare uno degli ultimi polmoni verdi superstiti in città“.

Su numerosi profili Facebook degli ambientalisti che si oppongono al taglio, e in particolare sulla pagina ‘Salviamo il parco del Campus Bassini del Politecnico di Milano’ circolano diversi video relativi ai lavori di questa mattina. “Dal cantiere – scrive Arianna Arzellino, docente e tra i leader degli attivisti – fanno sapere che gli ordini sono di spostarne una ventina e di abbattere tutti gli altri” alberi, che in totale sono 57.

Fatto for future - Ricevi tutti i giovedì la rubrica di Mercalli e le iniziative più importanti per il futuro del pianeta.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Clima, caldo record in Norvegia: si toccano 19 gradi. A gennaio non era mai successo

next
Articolo Successivo

Dolomiti, ambientalisti pronti a chiedere ritiro della qualifica Unesco: “Montagne sfruttate. Province, Regioni e Fondazione responsabili”

next