Altro che subalternità, siamo gli unici a voler collocare uno scatto in avanti per aiutare il governo e la maggioranza per cogliere il livello della sfida nel nostro Paese. E non il chiacchiericcio inutile della discussione tra noi. Questo problema lo abbiamo lasciato alle spalle”. Lo ha detto Nicola Zingaretti nel corso del suo intervento nell’abbazia di San Pastore, a Contigliano, al seminario del Partito democratico. Poi l’appello agli alleati di governo: “Dico loro che tra noi servono alleati e non avversari, non perché abbiamo paura ma perché c’è un’agenda da costruire senza fare sgambetti”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Zingaretti: “Con disuguaglianze democrazia a rischio. Ora 5 obiettivi per il governo. Questa è la sfida, altro che subalternità del Pd al M5s”

next
Articolo Successivo

Reddito di cittadinanza, Zingaretti: “Ottima misura di contrasto alla povertà, ma non sostituisce il tema delle politiche per il lavoro”

next