Due persone sono morte carbonizzate a Genova nella notte fra sabato e domenica nell’incendio di un’auto. Sono un ragazzo di 23 anni e un uomo sui 50 anni. Un terzo è rimasto ferito non gravemente: ha 20 anni ed è originario di San Cataldo, in provincia di Caltanissetta. I tre viaggiavano su una Giulia Alfa Romeo che durante la corsa si è capovolta. Secondo le prime ipotesi, il conducente ha perso il controllo dell’auto forse per eccesso di velocità. L’auto ha urtato uno spartitraffico, vicino a una pensilina per le fermate dei bus e poi si è ribaltata. La vettura ha poi preso fuoco e le due persone sui sedili anteriori sono morte carbonizzate, mentre il terzo, seduto dietro, è riuscito a salvarsi grazie all’intervento di un giovane che ha assistito all’incidente.

Il ferito è stato trasportato all’ospedale san Martino: non è in gravi condizioni. Per lui solo contusioni multiple e lievi ustioni. L’incidente è avvenuto in Corso Europa poco prima delle tre in direzione del centro città. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e la polizia locale a cui sono affidate le indagini per ricostruire la dinamica dell’incidente. Per permettere l’intervento, Corso Europa è rimasto chiuso al traffico per più di due ore.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Baby gang, rapinavano e “sequestravano” vittime: arrestati due 17enne e un 18enne

next
Articolo Successivo

Massa Carrara, morti due giovani caduti da una parete rocciosa sulle Alpi Apuane

next