La scelta – Prima del 26 gennaio

L’era Di Maio in crisi. Il capo verso l’addio alla guida dei 5 Stelle

La riflessione in vista dell’atteso flop in Emilia-Romagna. Le pressioni di big e parlamentari per spingerlo a lasciare

S’è prescritta la verità di

Il guaio del dibattito sulla prescrizione, come su ogni aspetto della giustizia, è che i politici e gli opinionisti che se ne occupano sono perlopiù dei totali incompetenti. L’altra sera, a Dimartedì, mi sono permesso di ricordare che la legge Bonafede riguarda la prescrizione durante il processo: infatti la blocca dopo la sentenza di primo […]

Via le firme dal referendum.Sgambetto forzista a Salvini

Quattro eletti vicini a Mara Carfagna ritirano il sostegno al quesito Non vogliono essere loro a fare il “lavoro sporco” per conto della Lega

Giallorosa

Prescrizione, il lodo Conte: stop più lungo ai condannati

Il vertice – Verso la mediazione sulla riforma Bonafede: il premier propone una distinzione in base all’esito della sentenza di primo grado

Diplomazia

Libia, Minniti come inviato per blindare pure il governo

Vertice a tre – Ieri il premier ha visto Luigi Di Maio e poi sentito il titolare della Difesa Guerini: l’ex ministro dem favorito nel ruolo di mediatore della crisi

Commenti

RIMASUGLI

Art. 18, Jobs act, numeri a caso e Renzi in festa: ma che è il 2016?

Che malinconia! Ieri mattina, per qualche decina di minuti, pensavamo di essere tornati indietro di qualche anno, tipo all’inizio del 2016: Matteo Renzi e l’Italia col segno più, i famigli del capo che s’imbrodano sui social sventolando un articolo che dimostra “coi numeri” che la real casa di Rignano è la miglior cosa capitata all’Italia […]

Lo dico al Fatto

Quotidiani. Meglio occuparsi di politica estera sempre, non solo se c’è la guerra

Caro direttore, uno storico latino, dopo la distruzione di Cartagine sulle cui rovine i vincitori sparsero il sale, scrisse una frase lapidaria: “Fecero un deserto e lo chiamarono pace” (la pace della morte). È ciò che avviene ormai da decenni in Mesopotamia e che potrebbe oggi allargarsi (vedi la Libia, il Medio Oriente…) fino alle […]

C’era bisogno dell’agiografia di San Bettino?

L’articolo firmato da Marco Travaglio sul film Hammamet, che racconta il cosiddetto “esilio” di Bettino Craxi in Tunisia, induce a riflettere sul senso del cinema quando si avventura a ricordare personaggi controversi. In questo caso non è in discussione l’interpretazione di Pierfrancesco Favino, in stato di grazia, forse ancora più di quando ha interpretato il […]

Politica

Proiezioni

De Mita al cinema a rivedere Craxi: “Era proprio lui”

Ritorni – In una sala dell’Avellinese, assieme a un amico che prende appunti, l’ex leader della Dc ritrova il “nemico” socialista

L’intervista

“Dopo 5 anni il mio marchio si espanderà in tutta Italia”

Luca Rufini – Una paninoteca a Roma grazie al microcredito grillino

di Lo. Giar.
Restituzioni

Sottratti alla Casta 86 milioni, dati a imprese e terremotati

Trasparenza – I soldi dei parlamentari 5S

Cronaca

La sentenza

“Colpevole”. Cavallini è il quarto condannato per il 2 agosto 1980

Strage di Bologna – Ergastolo per l’ex militante dei Nar: avrebbe fornito sostegno logistico a Mambro, Fioravanti e Ciavardini

di Gianni Barbacetto e Sarah Buono
Milano

Russiagate, i pm hanno gli audio delle telefonate

Caso Lega-Savoini: l’indagato Meranda era solito registrare le conversazioni. Interrogata anche una donna russa

Economia

l’intervista

“Ora cambieremo la Fornero, però Quota 100 non si tocca”

Nunzia Catalfo – La ministra sui dati Istat sull’occupazione: “Le nostre politiche funzionano”. Poi sull’articolo 18: “Non va ripristinato com’era”

L’intervista

“Niente multe, i Benetton vanno cacciati”

Giancarlo Cancelleri – Il viceministro M5S alle Infrastrutture: “Quanti morti servono ancora per decidere?”

di Cdf
la trattativa

Autostrade offre sempre meno, caos nel governo

Revoca più vicina – M5S contro i dem sul negoziato, ma Conte è pronto ad accelerare. Renziani contrari: “Non passerà mai ”

Italia

Csm

Attaccò Gratteri, Lupacchini rischia il posto

Il Pg di Catanzaro criticò in tv l’operato del collega Potrebbe essere trasferito per incompatibilità ambientale

Cinque stelle

Calabria, il cugino mafioso imbarazza il candidato M5S

Elezioni – Francesco Aiello è parente stretto del boss Luigi Aiello, ucciso nel dicembre 2014. La replica: “La famiglia non si sceglie”

Il caso

Bombardare su Bibbiano costa 6.500 euro

Emilia – La campagna Facebook di Borgonzoni da mostrare solo alla fascia di età 13-17 anni

Mondo

La storia

Meghan come Wallis, la maledizione yankee di Buckingham Palace

La separazione – Tabloid scatenati contro la moglie di Harry: “Come si permette di tradire la regina?”

Gli isolazionisti a oltranza: ai Tory non piace l’Erasmus

Londra, la maggioranza vota contro il mantenimento dello scambio universitario dopo la Brexit. Anche se non avrà effetto immediato

Scontro a Washington

Altro che Iran, sono i Dem a “bombardare” Trump

Errore di calcolo – L’ordine di uccidere il generale Soleimani senza aver consultato il Congresso diventa un boomerang per il presidente

Cultura

IL FUMETTO

Questo è il vero Tex Willer: la storia perfetta disegnata da Claudio Villa

Scrivere storie di Tex Willer è difficilissimo, devono essere sempre uguali ma sempre diverse, il lettore si aspetta le dinamiche che ben conosce ma vuole divertirsi, i personaggi devono trovarsi in situazioni inedite ma risolverle come da copione (Tex può uccidere, per esempio, ma non sparare per primo o almeno non senza aver dato allo […]

arte

Filippo De Pisis uno scorbutico a Parigi

Ultimo ad arrivare a Parigi, il ferrarese Filippo De Pisis (1896-1956) fece parte di quel gruppo di artisti italiani passato alla storia con il nome Les Italiens de Paris (insieme ai fratelli De Chirico, Severino, Tozzi, Campigli e Paresce): un manipolo di sognatori italici che ruba ben presto la scena agli artisti francesi, che per […]

di Angelo Molica Franco
D.C. (DOPO CHRISTIE)

L’orrore della Shoah nella Parigi di Léon Sadorski, ributtante poliziotto antisemita

Léon Sadorski ha quarant’anni. Quasi tutte le mattine si sveglia e per prima cosa scopa con la vogliosa moglie Yvette. Poi si rade, e sempre in canottiera, va a preparare il caffè. Ma la mattina del 2 aprile 1942, il buon Léon salta il sesso matrimoniale, fa tutto il resto, va in ufficio e sale […]

di Fabrizio d’Esposito
close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L'abbiamo deciso perchè siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un'informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

In Edicola sul Fatto Quotidiano del 9 Gennaio: Libia, asse fra il premier e la Merkel. Conte si muove e Macron lo boicotta

next
Articolo Successivo

In Edicola sul Fatto Quotidiano del 11 Gennaio: Che succede nel M5S dopo Di Maio (Dibba lo elogia)

next