Ha accusato il Procuratore di Catanzaro anti ’ndrangheta, Nicola Gratteri, via telecamere, di condurre inchieste “evanescenti” e per questo, ma non solo, il Procuratore generale di Catanzaro, Otello Lupacchini, potrebbe essere trasferito dal Csm per incompatibilità ambientale. Ieri, la Prima commissione del Csm, presieduta da Sebastiano Ardita, ha votato all’unanimità la procedura e già lunedì […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

Calabria, il candidato M5s è cugino di un affiliato alla ‘ndrangheta. “Non posso scegliere i parenti”. Morra: “Nessun sostegno alla lista”

prev
Articolo Successivo

Soltanto il welfare argina la povertà

next