La serie per ragazzi Il mondo di Patty, prodotta da Disney Channel, è stata seguita da milioni di persone all’inizio degli anni duemila. Nel 2018, uno scandalo ha travolto questo amato prodotto tv: una delle attrici protagoniste, Thelma Fardin, ha accusato l’attore Juan Darthés di violenza. Ora, a distanza di un anno, arriva dal sito Bitchy F. e dal tribunale nicaraguense che si è occupato della causa, la conferma definitiva: Darthés è stato incriminato ufficialmente. Ma l’attore in questo momento si trova in Brasile, paese in cui è nato e nel quale è fuggito nel bel mezzo dello scandalo. Resta da capire se il Brasile abbia intenzione di procedere con l’estradizione in Nicaragua. Un mandato di cattura internazionale è stato emesso dal giudice Celso Urbina. E Thelma Fardin? La giovane attrice ha parlato di nuovo dell’accaduto poco prima che venisse comunicata l’incriminazione ufficiale: “Ricevo ancora molti messaggi di supporto dei fan. Dopo la prima ondata, continuano a scrivermi. Anche il libro ha fatto la sua parte, fornendo strumenti per far capire alle persone che non sono sole e che devono parlare. Liberarmi di ciò che mi è successo è stata la mia guarigione. Sono passati molti mesi, ma seguo nei dettagli la causa.Non sono un avvocato, ma mi sono resa conto di cosa significhi un processo giudiziario di questa natura. Metto tutto il mio impegno nel seguire la vicenda, sono in contatto con i miei avvocati e sono anche consapevole che la causa ha avuto degli stop e dei progressi“. Ora resta da capire se sarà possibile arrestare Darthés e lasciare che la giustizia faccia il suo corso.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Festival di Sanremo 2020, corsa contro il tempo (cinque ore) per acquistare gli abbonamenti in platea e galleria

next
Articolo Successivo

Quando il correttore automatico ti cambia la vita: i The Jackal finiscono nella serie tv “The New Pope” (con Silvio Orlando nei panni del cardinale)

next