Decine di migliaia di persone sono scese in strada a Teheran per manifestare contro il raid americano a Baghdad, in Iraq, in cui è rimasto ucciso Qassem Soleimani, capo delle milizie al-Quds. Gli iraniani in rivolta hanno gridato slogan come “morte all’America”, sollevando manifesti del comandante ucciso. Tra i cori intonati anche “l’asse di ogni male è l’America” e “leader della nostra rivoluzione, condoglianze, condoglianze”. Secondo l’agenzia di stampa statale iraniana Irna manifestazioni simili si sono svolte anche nelle città di Arak, Bojnourd, Hamedan, Hormozgan, Sanandaj, Semnan, Shiraz e Yazd.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Svizzera, il tragitto casa-ufficio dei dipendenti pubblici riconosciuto come orario lavorativo: ecco a quali condizioni sarà concesso

next
Articolo Successivo

Soleimani, Trump in un video del 2011: “Barack Obama attaccherà l’Iran perché crede sia l’unico modo per essere rieletto”

next