Giancarlo Magalli, in compagnia di sua figlia Michela, è stato ospite al Maurizio Costanzo Show dove ha fatto sorridere il pubblico e il padrone di casa raccontando un aneddoto della sua infanzia. “Mio padre Enzo lavorava nel mondo del cinema, era direttore di produzione, e da piccolo frequentavo i set cinematografici. Sono stato sulle ginocchia di Ava Gardner e in braccio a Humphrey Bogart. In un film c’era anche la Lollobrigida“, esordisce il conduttore de I Fatti Vostri.

Il volto di Rai2 da piccolo si rese protagonista di uno spettacolino “hot” mostrando le sue intimità alla star del cinema su esortazione dei macchinisti: “Avevo quattro anni e i macchinisti mi dissero: ‘Vedi quella signora? Si chiama Gina, vai a farle vedere il pisellino‘. Io non avevo malizia, andai lì e glielo feci vedere”, ha raccontato nel programma di Canale 5 scatenando le risate dei presenti.

Episodio che Magalli ha poi ricordato anni dopo all’attrice romana: “Da grande ho rincontrato la Lollobrigida, l’ho intervistata e ospitata varie volte. Una volta le chiesi se si ricordava di quel bambino ma lei disse di no. ‘Ma quanti bambini di quattro anni hai incontrato che hanno fatto questa cosa?’ le domandai. La cosa peggiore è che non ho proprio lasciato nessuna traccia“, ha scherzato il presentatore. Sul finale anche la battuta della figlia Michela: “Ha rimosso il ricordo e il trauma”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Patrizia Reggiani non vuole che sia Lady Gaga a interpretarla nel film sulla sua vita: la motivazione? “Ha il naso troppo grosso”

next
Articolo Successivo

Lapo Elkann: “Da bambino abusarono sessualmente di me”

next