Stefano Tacconi è stato ospite della puntata di Vieni da Me di ieri 4 novembre e ha raccontato dei suoi 30 anni di amore con la moglie, Laura Speranza. Quattro figli, due cani, una famiglia unita. Ma c’è una cosa che nella vita dell’ex portiere della Juventus proprio non va: il rapporto con la suocera. “Ho portato via mia moglie dal Trentino quando aveva 20 anni e da quel giorno mia suocera mi continua ad odiare. Avevo la fama di playboy? No, no, quella era fame e basta”. Un rapporto che non si è sanato con il tempo: “Non è nemmeno venuta al matrimonio, non mi ha mai fatto un complimento. Molti pensano che fra noi sia uno scherzo, ma invece non è così”, ha raccontato Stefano a Caterina Balivo. La conflittualità con la suocera non sembra però rappresentare un problema per la coppia: “C’è stato un colpo di fulmine tra noi. Io avevo bisogno di stabilità e famiglia e dopo il primo matrimonio che non era andato bene, lei è stata la donna giusta. Però ora stiamo insieme da tanto, Laura mi sopporta da 30 anni quindi va tutto bene direi”, ha aggiunto l’ex portiere.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Toni Capuozzo, l’inviato del Tg5 in ospedale per problemi cardiaci: “Ora posso dirvelo”

prev
Articolo Successivo

Live Non è la d’Urso, parla Marco Nerozzi ex di Delia Duran accusato di aggressione: “Volevo dare due schiaffi ad Alex Belli”

next