L’anello debole della prima puntata del Live di “X Factor, alla fine sono stati proprio i cantanti in gara che non erano al massimo della forma. Fredda Mariam, che poi è stata eliminata, imprecisi i Seawards, Nicola Cavallaro spinge troppo se stesso e la performance, bcon la sua arpa fuori contesto, la talentuosa Sofia Tornambene azzoppata dalla scelta della canzone “L’ultimo bacio” di Carmen Consoli ed infine Enrico Di Lauro calante. Spiccano dunque Davide Rossi con la sua meravigliosa voce sulla difficilissima “How Long Has This Been Going On” di George Gershwin, Booda scatenati e performer perfetti in in “212” di Azealia Banks. Nota di merito per Lorenzo Rinaldi in “Don’t Look Back in Anger” degli Oasis, elegante ma sarà importante vederlo uscire dalla comfort zone. Tra l’altro Mara Maionchi, tra lo stupore generale, ha confessato di non conoscere uno dei più grandi successi degli Oasis. Infine bravo e con personalità Eugenio Campagna che si è cimentato con “Arsenico”, la hit estiva di Aiello.

Sul versante dei giudici, dopo un iniziale inizio con il cambio automatico del buonismo “tutti bravi, tutti belli, tutti super”, sono cominciate a delinearsi le varie sfaccettature delle personalità. Samuel preciso, forse il più preparato ed anti televisivo, Malika Ayane un po’ timida ma sicuramente nelle prossime puntate riuscirà a far emergere di più di se stessa, Mara Maionchi veterana e padrona di casa mentre Sfera Ebbasta pungente, stratega e con un pizzico di furbizia.

Ma il vero mattatore della puntata è stato un ospite, Mika. Già giudice di “X Factor” dalla settima alla nona stagione, l’artista ha creato il panico in studio. Nel momento in cui il presentatore Alessandro Cattelan gli ha chiesto che consiglio si sentiva di dare ai tre nuovi giudici, il cantautore ci ha pensato un po’ su per poi rispondere di non ascoltare le voci nelle orecchie, mimando il gesto degli auricolari: “Non ascoltate quei pezzi di m**da dentro le vostre orecchiette, buttate quei cosi e seguite il vostro cuore”. Il conduttore ha capito subito l’imbarazzo dei giudici e ha cercato di chiudere l’argomento. Scintille poi con Sfera Ebbasta. Mika infatti, in quanto giudice speciale, ha potuto salvare uno dei tre candidati all’eliminazione tra Enrico, Mariam e Giordana.

Il trapper era già nervoso e sul piede di guerra: “Non mi sta andando troppo giù, mi sa che non ha funzionato il mio cellulare quando votavo”. Mika ha spiegato il suo punto di vista sulla cantante con l’arpa: “La sua voce non si posa con l’arpa ed è vecchia, non nel senso positivo nel termine, vestita come a un Sanremo di vent’anni fa”. Sfera ha replicato subito piccato: “Ma parli del look di giordana vestito così? Parliamo di musica, dai””. Il diretto interessato ha risposto: “La mia era una provocazione quindi salvo Giordana”.

Di fatto a rischio eliminazione sono finite due delle tre Under Donne di Sfera Ebbasta. La storia di “X Factor” dimostra quanto al televoto anche il carisma e la simpatia dei giudici influisca sul pubblico da casa, basti pensare a Morgan e Fedez. E’ ancora prematuro tirare le file sulla questione, ma un campanello d’allarme ancora c’è. Lo show si conferma come al solito al passo coi tempi e ben confezionato. Esordio con un inizio corale un po’ ansiogeno tra corpo di ballo, luci, regia e coreografie aggressive, Cattelan in gran forma con le sue battute ben scritte: “Se fate un giro anche su Tinder e Grindr potreste votarci da lì”. La prima è andata. I giudici però dovranno osare di più.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

‘Ho qualcosa da dirti’, Enrica Bonaccorti a Claudio Lippi: “Perché a me non hai mai fatto la corte?”. E lui spiazza tutti così

next
Articolo Successivo

Jonathan Kashanian: “Non sono nessuno ma la cosa più grave è definirmi un mezzo uomo perché indosso i calzini gialli e ho modi raffinati”

next