Sei anni di botte, insulti e stupri. A spezzare questa catena di abusi su una donna di 35 anni è stato il figlio 12enne che lo scorso agosto nella Bassa Reggiana dopo l’ennesimo episodio ha chiamato i carabinieri. Così in manette è finito un 40enne che tra le altre cose colpiva la donna per impedirle di dormire.

L’uomo è stato arrestato con l’accusa di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali aggravate e violenza sessuale. Avviate le indagini i militari di Novellara hanno scoperto che la donna subiva violenze dal 2013 anche davanti al figlio che era anche lui sottoposto a violenze e in un’occasione anche minacciato con un’ascia. La procura ha chiesto e ottenuto l’arresto in carcere dal giudice per le indagini preliminari.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Torino, ha tentato il suicidio l’uomo che ha cercato di sgozzare la fidanzata

next
Articolo Successivo

Trapani, donna scomparsa da mesi: arrestato l’ex compagno con l’accusa di omicidio

next