“La Spagna sta vivendo una deriva autoritaria in cui una legge anti terrorismo viene usata per perseguire i dissidenti e anche gli artisti sono perseguiti per esercitare la libertà di espressione”. È quanto afferma Pep Guardiola, l’allenatore del Manchester City che è da sempre dalla parte della causa della sua Catalogna, nel video in cui ha prestato il suo volto e voce al comunicato di Tsunami Democratic, la piattaforma di comunicazione che sta animando le proteste a Barcellona ed in tutta la Catalogna dopo le durissime condanne tra i 9 e i 13 anni di carcere per 12 leader indipendentisti catalani.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Kitikaka (vintage version) – Ferruccio Gard: “Quando i ministri mi dicevano: quella battutina sulla Juventus meglio di no”

prev
Articolo Successivo

Pescara Calcio, la risposta del club al tweet razzista: “Andrea non è più nostro tifoso”

next