La showgirl Angela Cavagna, l’ex infermiera di Striscia La Notizia tra gli anni Ottanta e Novanta, ha deciso di denunciare per “calunnia, diffamazione, danni morali e personali” l’ex marito Orlando Portento – il creatore del Triccheballacche – e i responsabili di Pomeriggio 5, in onda su Canale 5. Portento, Nel corso della puntata del 26 settembre del programma condotto da Barbara D’Urso, ha diffuso”numerose informazioni non veritiere e diffamatorie”. Lo sottolinea l’entourage della showgirl. La comunicazione è arrivata via Facebook: “Buongiorno cari, vi comunico che dopo quanto accaduto in queste ultime settimane e quanto andato in onda sull’emittente Canale 5 nel programma pomeridiano ‘Pomeriggio 5‘ giovedì 26.9.2019 ho provveduto a dare incarico all’avv. Umberto Pruzzo di sporgere denuncia per ‘Calunnia, diffamazione, danni morali e personali nei confronti del Sig. Orlando Portento e dei responsabili del programma televisivo. Vi abbraccio e vi mando un bacio grande”.

La showgirl precisa inoltre sul suo account Instagram che “l’intero ricavato delle denunce effettuate verrà devoluto in beneficenza per la cura dei bambini meno fortunati all’Istituto Giannina Gaslini di Genova”. Durante la puntata del 26 settembre a Pomeriggio 5 Orlando Portento si è lasciato andare a insulti nei confronti dell’ex moglie, accusandola di avergli portato via molto denaro e di aver esibito la sua ricchezza quando a sua volta era stata ospite di Barbara D’Urso.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Lele Mora: “Il tumore è grande, lungo 8 cm e profondo 5. Devo fare una terapia di 25 radio, perché deve ridursi”

next
Articolo Successivo

Giovanni Muciaccia e l’attacco d’arte che sfotte Renzi e la scissione dal Pd: “Sogna un sold out a Palazzo Chigi con la sua Yoko Ono (Boschi)”

next