La Camera aveva già annunciato di essere plastic free e oggi anche la Presidenza della Repubblica ha fatto sapere di avere adottato nelle sue sedi da metà settembre misure pratiche per lo sviluppo sostenibile, in armonia con l’intesa europea di eliminazione della plastica monouso, che sarà vietata dal 2021. Nella Tenuta di Castelporziano è stata già installata una prima “Casa dell’Acqua Acea” all’ingresso di Malafede, in Via Cristoforo Colombo, per l’erogazione pubblica di acqua. I visitatori – informa il Quirinale – potranno così approvvigionarsi con proprie borracce.

Sabato 21 settembre, in occasione di due ricorrenze internazionali (Ocean Conservancy / International Coastal Cleanup Day e Let’s Do It World), la Tenuta supporterà ed ospiterà in visita Retake Roma con la manifestazione #OstiaAcchiappaLaPlastica. Analoga iniziativa mercoledì 25 settembre, quando, in occasione della settimana Puliamo il Mondo, si svolgerà, in collaborazione con Legambiente, una manifestazione di pulizia della spiaggia, con il coinvolgimento di circa 200 alunni delle scuole di Ostia e Roma. E sarà plastic free la Festa di chiusura delle iniziative in favore degli anziani e dei disabili prevista lunedì 23 settembre nella Tenuta di Castelporziano. Gli interventi coinvolgeranno anche il palazzo del Quirinale e Villa Rosebery a Napoli, dove, nei luoghi di lavoro, saranno allestiti dispenser di acqua ed a ciascun dipendente sarà di conseguenza fornita un’apposita borraccia d’acciaio; anche i distributori automatici di bevande saranno riconvertiti con ecobottle e lattine di alluminio, bicchieri compostabili e palette di legno.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Brasile, crollo della diga uccise 250 persone: società mineraria condannata a risarcire 2,6 milioni di euro

next
Articolo Successivo

Summit Onu sul clima: al centro riduzione delle emissioni e stop a nuove centrali a carbone. Assenti Trump e Bolsonaro

next