Governo Conte bis? E’ ovvio che abbiamo tutto l’interesse a mandare avanti il governo. L’abbiamo fatto nascere. Questa cosa per cui uno fa nascere un governo e poi lo fa cadere dopo 20 giorni è roba che non si trova neanche nei manuali di schizofrenia“. Sono le parole del senatore di Italia Viva, Matteo Renzi, ospite di “Non stop news”, su Rtl 102.5.

“E’ evidente – continua – che noi abbiamo interesse affinché il governo funzioni. Noi daremo una mano, anzi ci sarà qualche altro voto in più per l’esecutivo, non in meno. Ho sempre detto che prima della mia personale voglia di rivincita contro il M5s, viene l’interesse del Paese. Adesso si tratta di fare una cosa non di palazzo. Non ne posso più di queste ricostruzioni di palazzo. Voglio tornare allo spirito del 2012-2013 con cui abbiamo fatto anche sognare una parte del Paese. Io voglio ripartire da lì. Quindi, riparto da zero, mi metto in discussione, mi metto lo zaino da boyscout in spalla e mi rimetto a camminare. Per me sarebbe stato molto più comodo starmene buono in un angolino, ma è l’Italia che ha bisogno di una cosa nuova. E chiedo a tutti quelli che ci credono di venire a darci una mano alla Leopolda“.

E aggiunge: “Abbiamo sconfitto Salvini nel palazzo, anche per colpa del ragazzo che ci ha messo del suo. Un mojito in meno e non sarebbe successo niente, ma questa è la mia personale opinione. Adesso però Salvini va combattuto in mezzo alle fabbriche e alle persone, ma anche nei centri di volontariato. Di Salvini c’è una cosa che mi fa veramente: il modo in cui strumentalizza le vicende degli abusi sui bambini

Renzi ribadisce: “Sono 7 anni che nel Pd litighiamo tutti i giorni. Del resto, anche le coppie hanno la crisi del settimo anno. Quindi, ho detto una cosa semplice: ‘Amici, grande rispetto per chi rimane ancora nel Pd, però vorrei parlare del futuro della società’. Oggi c’è una bellissima intervista a Bill Gates su Repubblica. Voglio investimenti sul verde, sulle energie rinnovabili, sulla sostenibilità, sull’innovazione tecnologica, sull’intelligenza artificiale. Voglio un movimento-partito che metta al centro le donne. Noi vogliamo immaginare non un partito di Renzi, ma il partito del futuro“.

L’ex segretario del Pd poi annuncia: “Il capo delegazione di Italia Viva è Teresa Bellanova, una donna straordinaria che è stata criticata per il suo vestito da qualche indecente chiacchierone. Faceva la bracciante, è diventata sindacalista, ha lavorato come una matta e ora è ministro. E’ un meraviglioso simbolo di emancipazione e di lotta delle donne del Sud“.

Renzi, infine, precisa la priorità del suo nuovo partito: “Oggi serve un grande investimento sui figli, sugli asili. serve un Family act. Negli anni ’80 nascevano un milione di bambini, oggi sono 500mila. Bisogna aiutare le famiglie, le donne, mettere fondi sugli asili. So che è d’accordo Di Maio. E persino Salvini. Mi piacerebbe che per una volta si potesse votare tutti insieme, senza divisioni, una legge di questo tipo”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Gronda, De Micheli: “Al lavoro per una rapida realizzazione”. E su Autostrade: “Niente sconti”

prev
Articolo Successivo

Sozzani, Crimi: “Gridano all’onestà in campagna elettorale e poi sono sempre uniti nel tutelare se stessi. Va tolto in Parlamento il voto segreto”

next