Sono complessivamente 37 le persone indagate nella maxi operazione condotta dalla Digos di Torino nei confronti di gruppi ultrà in tutta Italia. Di queste 6 persone sono in carcere, 4 ai domiciliari mentre per due é scattato l’obbligo di dimora. Tutti gli indagati sono colpiti da provvedimento Daspo fino a un massimo di 10 anni. Nel corso delle indagini sono state fatte 225 mila intercettazioni. Tra il materiale sequestrato oltre a striscioni, stendardi, magliette, un bassorilievo raffigurante il volto di Mussolini e una targa con medaglia al ‘Miglior capò ritrovata nella casa del leader dei Drughi Gerardo Mocciola.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Venezia, turista sulla gondola per un selfie. Il gondoliere lo sgrida e lui lo aggredisce

prev
Articolo Successivo

Morti sul lavoro, operaio di 67 anni perde la vita cadendo da un tetto alle isole Tremiti

next