“Quando ho detto a Conte di non aver gli strumenti legislativi per fare il mio lavoro da ministro, mi ha risposto: ‘Dai a me le deleghe se non sei capace‘”. A rivelarlo, in studio a Omnibus su La7, il ministro dell’Agricoltura, Gian Marco Centinaio. Il ragionamento, secondo l’esponente leghista, è che nella compagine di governo a mettersi di traverso era il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, mentre Luigi Di Maio appariva maggiormente collaborativo.

Video La7

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Governo M5s-Pd, il totonomi di La7: “Orlando vicepremier”. E Di Maio resta fuori da esecutivo

prev
Articolo Successivo

La7, Telese paragona Calenda a Meloni e Salvini. Lui si arrabbia: “Le sembra una cosa intelligente da dire?”

next