Ai tempi dei social basta poco per scatenare una polemica, ne sa qualcosa Michelle Hunziker che sta trascorrendo con la sua famiglia e con l’amica Serena Autieri le vacanze in Alta Badia, in Trentino Alto Adige. Domenica scorsa ha deciso di scalare una parete rocciosa a San Cassiano, fatica e adrenalina che ha voluto condividere con i suoi numerosi follower. Ai fan più attenti non è sfuggito un dettaglio in vista nelle immagini postate: la stella alpina. Un fiore protetto, la cui raccolta è vietata per salvaguardare l’ambiente.

Nella foto che ritrae la conduttrice di Striscia la notizia con la collega showgirl si vede proprio un fiore reciso spuntare dal taschino della sua giacca. Apriti cielo, i follower in pochi minuti si scatenano: “La stella alpina no! Meriterebbe una multa“, hanno commentato in molti. Dopo la pioggia di critiche l’attrice napoletana e la presentatrice svizzera hanno risposto con un video dal tono decisamente ironico: “Edelweiss, edelweiss (nome del fiore, ndr)… Bianca stella di neve… ecco un video per tutti i miei carissimi “insegnanti di vita” sui social… per tutti coloro che si prendono del tempo (beati loro che ne hanno) per attaccare e criticare senza sapere! Ma alla fine fanno un “servizio pubblico” senza saperlo… mi danno la possibilità di parlare di argomenti importanti come la floricultura! Quindi…”, scrive la Hunziker.

https://www.instagram.com/p/B1W10amiYrZ/

Ti pare che tu che sei svizzera non sai che non si possono recidere?“, esordisce nel video la Autieri a cui replica subito Michelle per fare chiarezza: “Non l’ho strappato l’Edelweiss, ce l’ha regalato Pio che li coltiva nel suo giardino. Questi social oggi, ci portano a parlare di cose molto utili. Perché io sono svizzera, vuoi che non sappia che gli Edelweiss non si debbano recidere dalla montagna? Uno potrebbe anche multarmi, eh? Quindi, possiamo raccontare che qui in Alta Badia si coltivano. Alla fine della scalata, lui ci ha regalato queste due Edelweiss, senza la loro radice. Possiamo dire a tutti gli insegnanti di vita dei social che nessun Edelweiss è stato maltrattato per questo video.” Caso risolto?

https://www.instagram.com/p/B1ReATVCtZI/

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Irina Shyak, in un libro-vendetta la storia della rottura con Bradley Cooper: “Racconterò tutta la verità”

prev
Articolo Successivo

David Blatt, l’allenatore di basket: “Ho la sclerosi multipla progressiva”

next