Quella per gli “immigrati clandestini e i porti chiusi” “non è un’ossessione ma la mia missione come ministro dell’Interno”. Così il ministro dell’Interno Matteo Salvini durante la conferenza stampa a Castel Volturno sull’anno di attività al Viminale. “Sentir parlare di ossessione rispetto a quella che io ritengo debba essere la mia missione è cosa curiosa”, aggiunge in riferimento a quanto scritto dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte in una lettera aperta.

Conte ha fatto uno sfogo umorale io devo rispondere con le leggi: per questo è partita dal Viminale una lettera in punta di diritto – ha detto -. Una nave straniera in acque internazionali non si capisce che attinenza abbia con l’Italia. A che titolo chiede l’intervento alle autorità italiane? Qual è la ratio della domanda e della risposta? in silenzio abbiamo fatto scendere chi aveva necessità, senza letterine”, ha aggiunto Salvini.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Lettera Conte a Salvini: “Hai davanti una lunga carriera politica. Per molti è potere, per me è enorme responsabilità” – TESTO INTEGRALE

next
Articolo Successivo

Salvini a Conte: “Ossessionato da immigrati? È la mia missione. Io sempre stato leale. Ma qui qualcuno vuole un governo Renzi-Boldrini”

next