Tensione in Aula nel giorno del duello finale sulle mozioni Tav. Ad attaccare i 5 Stelle il renziano Mauro Laus, senatore del Partito democratico, da sempre pro-Alta velocità Torino-Lione: “Siete vergognosi. Oggi avete inaugurato l’alta velocità del pensiero perché siete riusciti a cambiare idea in un anno, complimenti”, ha spiegato sarcastico. E ancora, rivolto al pentastellato Alberto Airola, tra i parlamentari più esposti nel M5s sul no-Tav: “Sei rimasto in mutande”. Parole dopo le quali non sono mancate le proteste dai banchi del M5s, che hanno rumoreggiato contro gli attacchi del senatore dem, tra i richiami del vice presidente di turno dell’Aula, Anna Rossomando.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Salvini, un nome che vuol dire tutto fuorché sicurezza

next
Articolo Successivo

Tav, dialogo immaginario. La mia verità su Salvini, Dem, e voto al Senato

next