Natalie Cristopher, astrofisica britannica 34enne, è stata trovata morta il 7 agosto a Icaria, un’isola della Grecia. Si trovava in vacanza con il fidanzato ed era scomparsa dal 5 agosto: era uscita per andare a fare jogging ma non è più tornata. Prima di lei Suzanne Eaton, biologa molecolare americana, era stata ritrovata cadavere a luglio in un bunker abbandonato. Un 27enne del posto ha confessato di averla stuprata e uccisa.

Cristopher e il suo compagno erano arrivati sull’isola sabato 3 agosto e avevano programmato una sosta di due giorni prima di ritornare a Cipro. Quando la 34enne non è tornata a casa dopo essere uscita da diverse ore per la corsa mattutina, il fidanzato ha provato a chiamarla, ma il telefono squillava a vuoto. Il giovane ha quindi contattato la polizia che ha iniziato le ricerche. I media hanno riferito che segnali emessi dal telefono della scienziata sarebbero stati rilevati su un’isola vicina e gli agenti hanno quindi iniziato a setacciare, con un elicottero e i cani, un’area di 254 chilometri quadrati. Per collaborare alle ricerche è stata chiamata anche una squadra di supporto dalla vicina isola di Samos. L’unico indizio disponibile era un campione di sangue trovato sulle lenzuola della camere d’albergo della coppia. Il corpo della giovane astrofisica è stato ritrovato riverso in un dirupo, ma le cause del decesso non sono ancora state stabilite. E glki investigatori non escludono che si sia trattato di un incidente.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Mercato immobiliare, in 12 anni 100 miliardi da immigrati in Italia: hanno comprato 860mila case

next
Articolo Successivo

Carabiniere ucciso, impronte dove era stato nascosto il coltello: forse sono di Hjorth. Fra i reperti non ci sono le manette di Cerciello

next