Fino al 6 agosto, un pullman fa tappa in otto piccoli paesi del Lazio, proiettando gratuitamente grandi classici, commedie cult  e nuove uscite. Un pullman “a 35mm”, per portare il grande schermo dove non ci sono sale: il progetto si chiama CinemaCotral ed è nato da un’idea dei ragazzi del Piccolo Cinema America, poi sviluppata insieme alla regione Lazio e all’azienda di trasporti Cotral. Un bus con un itinerario tutto suo, otto comuni in quindici serate: ogni sosta, la proiezione di un film.  La direzione artistica è stata affidata ad Alice Nella Città, rassegna cinematografica capitolina: dieci titoli legati da un filo rosso, cioè il racconto dei giovani.

Il Piccolo Cinema America è un collettivo di ragazzi che organizza ogni anno una rassegna di cinema all’aperto a Roma, in varie zone periferiche della città. Lo scorso giugno alcuni dei suoi membri sono stati protagonisti di una duplice aggressione da parte di militanti di Blocco Studentesco e Casapound e anche nei giorni scorsi è stata segnalata un’aggressione. Ma l’attività non si è fermata.

Tutti gli appuntamenti. Dopo le tappe di Genazzano e Capena in provincia di Roma, è stata la volta del rietino: a Magliano in Sabina verranno proiettati Captain Fantastic (25 luglio) e Visage Villages (26 luglio). Poi Vallerano, nel viterbese, con Basilicata Coast To Coast (29 luglio) la commedia con Max Gazzé e Rocco Papaleo. La sera dopo (30 luglio) si replica con Sasha e il Polo Nord. Il 31 luglio invece il pullman ‘con pellicola’ si sposta a Pontinia, in provincia di Latina, con Sing Street e Priscilla La Regina del Deserto (1 agosto) il cult di Stephan Elliott sul viaggio on the road di tre drag queen. Il 2 e 3 agosto a Paliano, in provincia di Frosinone, l’appuntamento è con Song of The Sea e Basilicata Coast To Coast. Il tour si chiude nel viterbese, sul litorale, a Montalto di Castro: prima con Fiore Gemello (5 agosto) poi con Captain Fantastic (6 agosto) il film di Matt Ross su una famiglia fuori dagli schemi. Tutti gli spettacoli iniziano alle 21, l’ingresso è gratuito.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Festival di Venezia 2019, i film in concorso e le star attese: da Joaquin Phoenix a Brad Pitt

prev
Articolo Successivo

George Hilton, morto l’attore simbolo degli spaghetti western

next