Un turista francese di 19 anni è morto nella notte dopo essere precipitato da Lungotevere dei Tebaldi, al centro di Roma, sulla banchina sottostante del Tevere. Sul posto i carabinieri della stazione Quirinale. Al momento si ipotizza l’incidente, forse una bravata. Il ragazzo si è schiantato al suolo dopo un volo di circa 15 metri. Era in compagnia di due amici.

È tutto accaduto intorno all’1.40 della scorsa notte. Il giovane è morto sul colpo. I carabinieri hanno ascoltato i due amici che erano con lui, anche loro 19enni francesi. Da una prima ricostruzione, sembrerebbe che mentre passeggiavano sul Lungotevere il 19enne sia salito sul parapetto e poi, perdendo l’equilibrio, sia caduto giù. Non si esclude che potesse essere ubriaco. I tre amici erano in vacanza a Roma e alloggiavano in un b&b. Sul posto per i rilievi i militari del nucleo investigativo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Carabiniere ucciso a Roma – I due americani non rispondono al gip. Che convalida il loro fermo: restano in carcere

next
Articolo Successivo

Carabiniere ucciso, la pattuglia e l’operazione “cavallo di ritorno”. I punti oscuri sulle scelte della centrale operativa

next