Un turista francese di 19 anni è morto nella notte dopo essere precipitato da Lungotevere dei Tebaldi, al centro di Roma, sulla banchina sottostante del Tevere. Sul posto i carabinieri della stazione Quirinale. Al momento si ipotizza l’incidente, forse una bravata. Il ragazzo si è schiantato al suolo dopo un volo di circa 15 metri. Era in compagnia di due amici.

È tutto accaduto intorno all’1.40 della scorsa notte. Il giovane è morto sul colpo. I carabinieri hanno ascoltato i due amici che erano con lui, anche loro 19enni francesi. Da una prima ricostruzione, sembrerebbe che mentre passeggiavano sul Lungotevere il 19enne sia salito sul parapetto e poi, perdendo l’equilibrio, sia caduto giù. Non si esclude che potesse essere ubriaco. I tre amici erano in vacanza a Roma e alloggiavano in un b&b. Sul posto per i rilievi i militari del nucleo investigativo.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Carabiniere ucciso a Roma – I due americani non rispondono al gip. Che convalida il loro fermo: restano in carcere

prev
Articolo Successivo

Carabiniere ucciso, la pattuglia e l’operazione “cavallo di ritorno”. I punti oscuri sulle scelte della centrale operativa

next