24 cortometraggi in concorso e un presidente di giuria d’eccezione: Robert Zemeckis. Dodicesima edizione per Universo Corto con il botto. Dal 24 al 27 luglio 2019 a Tuscania (Viterbo) il festival ideato dall’associazione Giovani Persone, e con un concorso dedicato agli studenti universitari e post universitari iscritti a scuole di cinema (con qualche propaggine che nel tempo si è allargata ai “giovani” cineasti), fa il pieno di visioni documentarie, d’animazione, video arte, drammi e commedie nel bel parco della Torre di Lavello. Nessuna preclusione formale o di stile. Solo una durata massima che non deve andare oltre i 15 minuti.

Il grande regista americano, premio Oscar, autore di cosucce così come Forrest Gump e Ritorno al futuro, in compagnia della moglie Leslie Harter Zemeckis, deciderà quale tra i 24 titoli sarà il vincitore. Tra questi sbuca un over quota, Pippo Mezzapesa con La giornata, e quel Fino alla fine, diretto da Giovanni Dota, in Concorso all’ultima Settimana della Critica del festival di Venezia. Altra ospite d’eccezione dell’edizione 2019 sarà l’attrice Corinne Clery, celebre interprete dell’erotico Histoire d’O, che presenterà l’ultima serata della manifestazione. Infine, come ogni festival da Roma in poi, ecco il premio del pubblico e un premio speciale assegnato da una giuria composta da studenti e professori del Liceo di Tuscania. Per ogni informazione: www.universocorto.org

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

E-book, la nuova legge sugli sconti penalizza tutta l’editoria

next
Articolo Successivo

Muro di Berlino, 30 anni dopo la caduta: su una Trabant 601 nei luoghi iconici dell’ultima estate dell’Europa divisa in due

next