Dopo il successo del suo nuovo tormentone estivo, “Ostia lido“, J-Ax è tornato a parlare della rottura con Fedez, con il quale negli anni scorsi aveva macinato un tormentone dopo l’altro con il loro disco “Comunisti col Rolex“. I due rapper infatti, non hanno mai rivelato del tutto i motivi della loro separazione, scantonando sempre le domande a riguardo. Ora però, in un’intervista al Corriere della Sera, J-Ax ha voluto rispondere a chi sostiene che la sua creatività sia “rinata” grazie alle collaborazioni con Fedez, ricostruendo quanto accaduto: “Gli hater sostengono che sono rinato dopo quel tour, non è vero. Sono rinato con Il bello di essere brutti, nel 2014, per quell’album ho vinto quattro dischi di Platino come Comunisti col Rolex. Io e Fedez volevamo una pausa dalle nostre carriere da solisti e per questo abbiamo lavorato insieme. Poi è diventata una roba grossa pure quella”.

 

 

 

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Carlo Verdone, gag con l’imitatrice Francesca Manzini: il provino alla finta Monica Bellucci è esilarante

prev
Articolo Successivo

Sharon Stone racconta il dramma dell’ictus: “Io come Lady Diana, dimenticata da tutti. Anche da mio figlio”

next