Otto emendamenti presentati dalla Lega al decreto Sicurezza bis , il cosiddetto “pacchetto Polizia”, sono al centro dell’ennesima frizione tra le due anime del governo gialloverde. A dare fuoco alle polveri è stato Matteo Salvini, che ha puntato il dito contro il presidente della Camera: “Mi stupisco che Fico stia bloccando otto emendamenti al dl sicurezza, cofirmati da Lega e 5Stelle, per migliorare qualità della vita di poliziotti e vigili del fuoco”, ha detto il vicepremier in una diretta Facebook nel corso della quale ha avvertito l’alleato: le otto proposte di modifica sono “da accettare entro oggi pomeriggio“. In serata il leader del Carroccio in un altro video ha ribadito la richiesta annunciando che “i parlamentari della Lega non torneranno in commissione alla Camera finché non sarà fatto il bene dei poliziotti e dei vigili del fuoco”.

Il presidente della Camera Roberto Fico ha replicato poco dopo: “Qualcuno oggi dice che ho preso una decisione politica, quella di bloccare delle proposte a favore delle forze di polizia. Dice il falso e fa propaganda, o semplicemente ignora come funziona la Camera. Solo poco fa ho ricevuto dei ricorsi, ma non riguardano interventi sulla Polizia di Stato perché quegli emendamenti sono già stati dichiarati ammissibili dai presidenti di commissione competenti questo pomeriggio. Ad ogni modo i ricorsi arrivati saranno esaminati alla luce del regolamento come ho sempre fatto in modo imparziale da quando sono presidente della Camera”.

Cosa contengono gli emendamenti in questione, tra i 547 presentati nelle Commissioni Affari costituzionali e Giustizia? “Pasti per i poliziotti, straordinari per i vigili del fuoco, vestiario per la Polizia, assunzioni nella Polizia Locale, destinazione di immobili pubblici a presìdi di Polizia”, spiega lo stesso ministro dell’Interno: “Sono proposte già finanziate, che se non vengono approvate vedrebbero sparire quei soldi”. “Domando al grillino Fico perché no, questo non è favore al sovranismo o a Salvini, parliamo di pantaloni alle forze di polizia, di buoni pasto, spero che questi no diventino dei sì, spero che sia stato un attimo di confusione. Mi auguro che non ci sia una parte dei Cinque stelle che tifa per l’anti polizia“, ha concluso Salvini.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

La7, lite Meloni-Parenzo. “Il suo libro ‘I falsari’ è autobiografico. Mi ha diffamato”. “Mi quereli allora”

prev
Articolo Successivo

Toninelli: “De Luca? Un comico, la maggiore sfortuna per la Campania. Ironizza sui miei capelli? Invidioso, lui è calvo”

next