Piangere per molto tempo quando si perde la persona che si ama. Sarà capitato a molte persone e tra queste c’è anche Paul McCartney: “Penso di aver pianto per circa un anno intero, a intermittenza, dopo la morte di Linda – ha detto l’ex Beatle alla Bbc – . Quando perdi una persona che ami, ti aspetti di vederla entrare nella stanza, perché sei così abituato a lei… Ho pianto davvero tanto ed era quasi imbarazzante, se non fosse che sembrava l’unica cosa da fare”. Sir Paul ha parlato dell’amata Linda in occasione della mostra “The Linda McCartney Retrospective“: una retrospettiva sulla carriera da fotografa della moglie di McCartney, al Kelvingrove Art Gallery and Museum di Glasgow fino al 12 gennaio 2020. Linda è morta nel 1998 per un cancro al seno. Aveva solo 56 anni.

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Avicii, il padre parla per la prima volta di lui: “Non credo sia stato un suicidio premeditato”

prev
Articolo Successivo

Florijana Ismaili morta affogata nel lago di Como, il messaggio d’addio della fidanzata: “Non so come vivrò senza te”

next