La polizia lo ha fermato mentre guidava la sua bicicletta nelle vie di Palm Bay. In mano, aveva una sacca che conteneva diversi gonfiabili da piscina sgonfi. Così il Palm Bay Police Department ha trovato l’uomo più volte segnalato per aver rubato in diverse case della zona. Anzi, in diverse piscine. Cosa? Dei gonfiabili. Christopher William Monnin, questo il suo nome, lo faceva per “gratificarsi sessualmente invece di violentare donne“: così ha detto alla polizia che ha rinvenuto nella sacca due gonfiabili corrispondenti a quelli descritti da una donna che ne aveva segnalato il furto. La notizia la riporta il Miami Herald: il 35enne nascondeva i suoi gonfiabili, ben 75 di ogni foggia e colore, in una casa abbandonata. Il processo a suo carico avrà inizio il prossimo 16 luglio.

 

 

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Il mago Mandrake si butta in un fiume con mani e piedi legati per imitare Houdini: ritrovato il corpo

next
Articolo Successivo

Le promette 9 milioni per le foto di un omicidio: 18enne uccide la sua migliore amica con l’aiuto di quattro compagni

next