“Leale collaborazione vuol dire che se il ministro dell’Economia e il presidente del consiglio dialogano con l’Ue per evitare una procedura d’infrazione che ci farebbe molto male, le forze politiche non intervengono ad alterare quel dialogo riducendo quella trattativa a terreno di provocazione”. A rivendicarlo, attaccando M5s e Lega, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, in un passaggio del suo discorso a Palazzo Chigi.
Poi, in merito al nodo dei conti e della prossima manovra, Conte ha rivendicato la necessità di “realizzare una manovra espansiva tenendo in ordine i conti: le regole europee rimangono in vigore finché noi non saremo in grado di cambiarle“. E ancora: “Nell’interlocuzione con le istituzioni europee – aggiunge il presidente del Consiglio -non temo niente e nessuno, rappresento un Paese magnifico, un Paese fondatore” della Ue, la terza potenza manifatturiera europea. Rispetto l’interlocuzione con le istituzioni europee, farò il massimo per interloquire tutelando gli interessi dei cittadini italiani”
close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Tav, Conte: “Per ora per me sconveniente. O si trova intesa con Ue e Francia, oppure la strada è segnata”

prev
Articolo Successivo

Governo, Conte a M5s e Lega: “Non vivacchio, avanti o rimetto mandato. Basta provocazioni e freddure via social”

next