“Questo è un mese di mobilitazione: oggi qui con i pensionati, l’8 in piazza con i lavoratori pubblici, il 14 lo sciopero dei metalmeccanici, il 22 la grande manifestazione a Reggio Calabria sul Mezzogiorno. È chiaro che se il governo non ci ascolta e va avanti a fare una legge di bilancio che va in un’altra direzione, insieme a Cisl e Uil valuteremo tutte le iniziative necessarie, senza escludere nulla”. Lo dice il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini, dalla piazza dei pensionati. “Il governo deve decidere a giugno e non dopo se vuole il confronto con le parti sociali e in base a questo valuteremo”, è la conclusione.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

2 giugno, Salvini: “Gli ex generali assenti? Non sentono la presenza del ministro”. E sulla giustizia: “Riforma è un’emergenza”

next
Articolo Successivo

Chi non vota a sinistra non capisce una beata cippa? Ho una soluzione

next