“Se penso alla Rai quello è un tasto dolente: dalla settimana prossima torna in video un volto noto, Gad lerner, con 5 belle trasmissioni. Uno giornalista obiettivo, equilibrato, super partes. Se la Rai del cambiamento passa per Gad Lerner… ci manca solo Santoro e abbiamo chiuso il cerchio. E poi dicono che io controllo la Rai“. Lo ha detto il ministro dell’Interno Matteo Salvini nel corso di una diretta Facebook. “Mi stupisce – ha aggiunto – che con tanti giovani giornalisti torni Lerner. Allora dico all’amministratore delegato: “amico mio, tanto vale rimettere lì Orfeo, o richiamare Letta o Gentiloni’. Chiederò quanto costa il suo programma e quale giro di business avrà”. Al ministro dell’Interno ha riposto il segretario del Partito Democratico, Nicola Zingaretti: “Ci risiamo. Io sento solo il pessimo odore dell’arroganza del potere che tenta di limitare la libertà di pensiero – ha detto il numero uno dem – Lo stesso che ha portato a colpire con una sospensione la professoressa Dell’Aria a Palermo”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

“Lega e Fratelli d’Italia senza Forza Italia sarebbero maggioranza in Parlamento”. Simulazione basata su voti alle Europee

prev
Articolo Successivo

Di Maio all’assemblea: “Riorganizzare? Sì ma prima fiducia nel leader. Si decida se governo continua, Conte lo vuole sapere”

next