Esattamente vent’anni fa, il 27 maggio 1999, usciva la hit “50 Special”, il brano che avrebbe consacrato il successo dei Lunapop e di Cesare Cremonini. E pensare che la canzone è nata, in seguito a una punizione della madre del cantautore. “Era pomeriggio e mentre facevo finta di studiare Platone, in realtà studiavo l’esame patente – ha confessato a Che Tempo Che Fa -, mia madre passava di lì e guardando il libro si è accorta che era quello della patente! Allora ha preso la chitarra che era vicino al divano e me l’ha spaccata sulla schiena. A quel punto sono andato al pianoforte e ho iniziato a comporre la canzone che è nata in tre minuti”. Vent’anni di carriera che Cesare Cremonini ha deciso di festeggiare nel 2020 con sette date negli stadi italiani tra giugno e luglio – al via dal 21 giugno da Lignano Sabbiadoro – con un gran finale il 18 luglio all’autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola.

“Il 18 luglio 2020 chiuderemo il tour con un grande concerto all’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola. – ha raccontato Cremonini presentando l’evento – Sarà un evento straordinario, nato dalla fortissima esigenza di creare uno show indimenticabile in Emilia-Romagna. Mi hanno proposto di celebrare tutto questo in un luogo speciale, nel cuore stesso della mia terra, l’Emilia, che è la mia vita, la mia seconda pelle e il mio DNA. Questa volta non sarà solo Bologna (che ha lo stadio impegnato in una ristrutturazione) ma è un abbraccio a tutta l’Emilia-Romagna. L’autodromo internazionale Enzo e Dino Ferrari di Imola è un luogo magico, reso iconico dalla storia della Formula Uno, dal ricordo commovente e senza tempo di Ayrton Senna, e per quanto riguarda la musica, naturalmente da Vasco Rossi, che lo ha trasformato in un tempio leggendario della musica italiana e internazionale”.