Non si vede bene, ma dietro il logo Opel della nuova Corsa, che raffigura un fulmine, si nasconde un leone: è quello che fa da effige alla Peugeot. No, questa considerazione non nasce da un aperitivo troppo robusto, quanto da un dato di fatto: la sesta generazione della Corsa è anche la prima della storia a essere costruita su una meccanica 100% francese. È già: come ormai noto, Opel è un marchio divenuto di proprietà di PSA, gruppo transalpino che detiene anche i brand Citroen e DS. Pertanto, la nuova Corsa condivide la base costruttiva con la Peugeot 208.

Lunga 4,06 metri, circa 4 cm in più che in passato, e più bassa di 5 centimetri (per 143 totali), la vettura sarà proposta pure in versione 100% elettrica (la vedete nella foto di apertura). E anche questa è una prima storica per il modello: la Corsa a elettroni sarà spinta da un motore da 136 Cv di potenza massima e 260 Nm di coppia motrice, già visto su Peugeot e208 e DS 3 Crossback e-Tense, buono per uno zero-cento da 8,1 secondi. L’unità è alimentata da una batteria da 50 kWh che, tramite colonnine rapide, può essere ricaricata fino all’80% in mezz’ora. Il rifornimento si può monitorare in remoto, tramite app. La Opel Corsa elettrica è accreditata di un’autonomia nell’ordine dei 330 km e sarà ordinabile già dal prossimo mese, con prime consegne a inizio 2020.

Secondo la Casa, l’adozione della nuova piattaforma costruttiva ha permesso di incrementare la rigidezza torsionale del 15% e ridurre il peso complessivo del 10% rispetto alla Corsa attualmente a listino: la scocca è più leggera di circa 40 kg e al “dimagrimento” hanno contribuito pure particolari come il cofano motore di alluminio e un telaio dei sedili di nuova generazione, che insieme valgono altri 13 kg in meno. Fra le versioni a listino non mancheranno quelle alimentate con motori endotermici tradizionali: si parte dal benzina a tre cilindri aspirato da 1.2 litri di cilindrata e 75 Cv alle unità turbo da 100 e 130 Cv (quest’ultimo anche con cambio automatico). Sul fronte diesel c’è il quattro cilindri 1.5 da 100 Cv.

La nuova Corsa offrirà i fari a led e un corredo di sicurezza (di serie o a pagamento) completo di cruise control attivo, frenata automatica di emergenza – che rileva la presenza sulla carreggiata di pedoni e i ciclisti, di giorno e di notte, da 5 a 140 km/h – mantenimento automatico del veicolo in carreggiata e Park Assist. Saranno presenti pure l’avviso di superamento involontario delle linee della propria corsia con correzione della traiettoria a partire da 65 km/h, il monitoraggio dello stato psicofisico del conducente e il dispositivo di riconoscimento della segnaletica stradale.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Bmw Serie 1, si cambia. Più spazio con la trazione anteriore – FOTO 

next