Che “l’amore non ha età” è una frase sentita centinaia di volte. Quello che aggiunge questa storia al famoso detto è che anche l’amore coniugale non ha età. E così la gelosia. Un uomo di 73 anni stava infatti per suicidarsi dopo aver scoperto una serie di lettere, ben conservate e risalenti a 30 anni fa. Le lettere d’amore erano sì molto belle ma erano segno di una corrispondenza tra la moglie e un corteggiatore del quale l’uomo ignorava l’esistenza. Sconvolto, il 73enne ha tentato di buttarsi dalla finestra ma i familiari sono riusciti a trattenerlo. L’uomo allora ha aspettato la mattina successiva e, dopo essere passato a salutare il figlio, è uscito di casa con l’intenzione di togliersi la vita. La moglie, di pochi anni più giovane, ha provato invano a contattarlo al cellulare finché alle 15 ha chiesto aiuto alla polizia. Dalla questura hanno tentato di rintracciarlo con un’app installata nello smartphone e poi a individuarlo con un altro sistema ma il 73enne era riuscito a disattivare il dispositivo. I poliziotti sono riusciti comunque a trovarlo in via Lombardini: accanto a sé, la corda con la quale aveva cercato di uccidersi. L’uomo, che ha alcuni disturbi neurologici, alla vista degli agenti è scoppiato in lacrime.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Giornata mondiale contro l’omofobia, Vladimir Luxuria posta una foto di Vladimiro: “Mai dimenticare chi ero ieri”

prev
Articolo Successivo

Flavia Vento contro Rocco Siffredi: “Sei Satana, ti giudicherà Dio”

next