Sei solo una str***a, ora mi dovrai pagare i danni per avermi strappato i capelli“. È l’invettiva lanciata su Instagram dalla trans Manila Gorio nei confronti della maggiorata Francesca Giuliano dopo la violenta lite che le due hanno avuto in strada al termine della diretta di Pomeriggio 5. Non si è fatta attendere la risposta, sempre via social: “Hai iniziato tu, io ho le foto dei segni che mi hai lasciato. Vergonati“. Le due avevano già avuto un’accesa discussione nello studio di Barbara D’Urso sul presunto tradimento subito da Manila. La trans accusa infatti la Giuliano di aver avuto un flirt con Chando Erik Luna, ex fidanzato di Grecia Colmenares e suo attuale compagno, e i suoi sospetti troverebbero conferma in alcune foto pubblicate sui social che immortalano Chando e Francesca molto vicini.

“Una vera amica non si permette di invitare un ragazzo fidanzato a mangiare un gelato e finire a mettergli quasi la lingua in bocca, non so voi ma io non perdono un gesto simile, stai alla larga da Chando Erik Luna”, aveva scritto in un post Manila Gorio che nel corso della puntata di Pomeriggio 5 ha poi accusato la Giuliano di aver dichiarato ai giornali “che sono due anni che sei casta e non fai sesso e ora ti vuoi prendere il mio ragazzo”. “Io lezioni di vita da te non me le prendo. Sei tu che hai rubato il fidanzato a Grecia – le ha replicato la maggiorata -. Io non rubo i fidanzati”. Ma dalle parole le due sono poi passate alle mani una volta in strada, dove sono volati schiaffi e botte. La loro lite ha attirato le attenzioni dei passanti che hanno immortalato l’accaduto e cercato di separare le due.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

“Se volete lavorare meglio fate sesso sei volte a settimana”: il suggerimento di Jack Ma, patron di Alibaba

prev
Articolo Successivo

Ragazzina di 16 anni si toglie la vita dopo aver postato un sondaggio su Instagram: “Devo vivere o morire?”

next