Un ragazzo stava per entrare nella doccia quando suo zio ha iniziato a battere i pugni contro la porta del bagno urlandogli “muoviti che devo entrare io“. Vedendo l’insistenza del parente, il giovane ha deciso di aprire la porta ma non ha avuto neanche il tempo di realizzare quello che stava accadendo che è stato raggiunto da alcune coltellate sferzate dallo zio. Sono stati gli agenti della polizia diDeLand, in Florida, negli Stati Uniti, a trovare il giovane riverso a terra con ferite multiple allo stomaco e alla schiena, come riferisce Cbs Miami. Il 29enne è stato ricoverato d’urgenza in ospedale ma non è in pericolo di vita. Alla polizia ha raccontato di esser stato colpito all’improvviso dallo zio che invece si è giustificato con gli inquirenti sostenendo che lui “ci ha messo troppo tempo“. L’uomo ora è accusato di tentato omicidio aggravato ed è trattenuto in carcere.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Rider in rivolta contro i vip: “Ecco quelli che non danno mai la mancia” – FOTO

next