Mentre tutti si chiedono se il royal baby sia già nato o no, il principe Harry e Meghan Markle stanno già pensando al futuro del loro primogenito, iniziando a programmare la sua educazione. La Duchessa del Sussex però, avrebbe già le idee chiare a riguardo, come ha spiegato una fonte vicina alla famiglia reale al Mirror: “Meghan ha affermato esplicitamente di preferire una tata americana, piuttosto che inglese. Vuole che si senta parte della famiglia, non il membro di uno staff – ha raccontato -. È molto importante per lei, non ha mai nascosto l’attaccamento alle sue origini americane. Stanno inoltre vagliando la possibilità di assumere un maschio. La paga è di 70 mila sterline all’anno“.

Il “tato” sarà scelto attraverso un’accurata selezione che prevede anche un colloquio privato con Harry e Meghan: da contratto è previsto infatti che viva assieme ai reali e che abbia a disposizione un’auto. Ancora una volta quindi, i Duchi del Sussex sembrano volersi distinguere dai cognati William e Kate, che per allevare George, Charlotte e Louis hanno assunto la spagnola Maria Teresa Borrallo, laureata a un college per bambinaie.