“Ormai Parigi è la città del fuoco. Dalle banlieues e dai sobborghi della capitale, dove venivano distrutte e incendiate le macchine, sino ai ‘gilets jaunes’ che hanno devastato le capitale e le altre città della Francia. E oggi la cattedrale di Notre Dame. E poi la guglia che cade. Come una croce di fuoco. Segnali divini, dell’Apocalisse imminente”.

A parlare così è Guillermo Mariotto, giudice di Ballando con le Stelle, che dice la sua su quanto accaduto ieri a Parigi all’AdnKronos: “Purtroppo il presidente della Repubblica francese, Emmanuel Macron, verrà ricordato solo per la distruzione di Notre Dame”, aggiunge. E delle sue parole, Mariotto è proprio convinto: “Lo ripeto. Sono segnali chiari, inappuntabili. E’ la fine dei tempi contro l’arroganza e l’alienazione, contro chi ha sfruttato e continua a sfruttare il pianeta. Sembra quasi che la gente non abbia voluto vedere e sentire quello che sta accadendo. Un velo sugli occhi, una pietra sul cuore”.

 

 

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Huawei P Smart+ 2019, lo smartphone da 260 euro che punta tutto sulla fotografia

prev
Articolo Successivo

Fanno una grigliata e mandano in fiamme ettari di bosco: 13 milioni di multa a due ventenni di Como

next