“Io ho sempre detto a Inter e Milan che, se dovessi scegliere, preferirei che lavorassero sullo stadio di San Siro. Però è chiaro che loro giustamente dicono che non è semplice, con lavori in corso, gestire una stagione o due di campionato, quindi hanno anche prospettato l’idea di un nuovo stadio di fianco a quello attuale”. Prima delle fasi più calde e chiare della vicenda stadio, il sindaco di Milano Giuseppe Sala si era espresso così sulla questione.

È evidente che demolire San Siro sarebbe un colpo ai sentimenti di molti, ma anche una scelta non più lungimirante ma dovuta per rincorrere la crescita dei top club europei. In questi mesi arriverà l’ufficialità della notizia e capiremo se il nuovo stadio di Inter e Milan sarà costruito su una nuova base o sulle ceneri del vecchio.

Per ora nessuna ufficialità. Si parla solo di un investimento da 600 milioni di euro, in pompa magna come sarà il nuovo Bernabeu di Madrid.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Dwyane Wade, si ritira la star che ha fatto grande Miami. Dal quartieraccio di Chicago ai due titoli Nba: la sua storia

next
Articolo Successivo

Milan-Lazio 1 a 0, Gattuso: “Con la maglia di Acerbi sotto la curva? Chiedere scusa. Meno social più allenamenti”

next