Un’amica di Sarah e Jennifer ha detto a Fox News che mai avrebbe potuto “immaginare una cosa del genere”. Il riferimento è a quello che a lungo è stato catalogato come un incidente ma che nei giorni scorsi si è scoperto essere un omicidio-suicidio: secondo quanto stabilito dopo le indagini portate a termine sulla tragedia che risale al 2018, Sarah e Jenniefer Hart si sono lanciate con le loro auto giù da una scogliera dopo aver drogato i figli adottivi che erano a bordo.

Le due donne avevano 38 anni, i figli dai 12 ai 19 anni. Il fatto è accaduto a Mendocino, California. I corpi di Jennifer Hart, Sarah Hart, Abigail Hart, Jeremiah Hart e Markis Hart sono stati trovati sulla scena dello schianto. I corpi di Sienna Hart, Hannah Hart e Devonte Hart non sono mai stati trovati. Il movente di questo gesto? Una visita dei servizi sociali avvenuta qualche giorno prima: le due donne erano state più volte segnalate per abusi su minori. Il sistema GPS della famiglia, il computer del SUV e il cellulare di Sarah Hart hanno fornito alcune prove: sul telefono risultavano, infatti, alcune ricerche come “La morte per annegamento è relativamente indolore?”, oppure “500mg di Benadryl possono uccidere una donna di 120 libbre?”. Markis Hart aveva infatti l’equivalente di 19 dosi di Benadryl in circolo, e lo stesso gli altri figli. Anche Sarah Hart aveva assunto 42 dosi di Benadryl. Jennifer, invece, era totalmente ubriaca al momento dello schianto.

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Tony Effe, il rapper della Dark Polo lancia un paletto di ferro a un ragazzo: il video della rissa in centro a Roma

prev
Articolo Successivo

Jovanotti risponde a Messner: “Non discuto con lui di montagna ma il nostro concerto è serio e rispetta i criteri ambientali”

next