L’Inps ha pubblicato sul suo sito il modello aggiornato (qui il link) per la presentazione della domanda del reddito di cittadinanza e della pensione di cittadinanza. Ieri le domande erano state temporaneamente sospese in attesa che fossero modificati i requisiti sulla base delle modifiche approvate durante l’iter parlamentare di conversione del Decretone approvato in via definitiva il 28 gennaio scorso.

Le principali novità riguardano i cittadini extracomunitari, che potranno fare richiesta solo se risiedono da almeno 10 anni in Italia, e i condannati in via definitiva per mafia o terrorismo a cui il beneficio potrà essere revocato, come già previsto dalla prima versione del decreto per i condannati per truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche. Stop al reddito e restituzione delle cifre percepite anche per chi è stato giudicato responsabile di scambio elettorale politico-mafioso, strage e truffa ai danni dello Stato o delitti commessi avvalendosi del metodo mafioso o al fine di agevolare l’attività delle associazioni mafiose.

Requisiti più favorevoli invece per le famiglie con componenti disabili, per i quali il tetto massimo relativo al patrimonio mobiliare è incrementato di 5mila euro per ogni persona con disabilità e che avranno diritto a 50 euro mensili in più.