Una ragazza bresciana di 26 anni è stata trovata uccisa in un appartamento a Manchester, in Inghilterra, dove la polizia avrebbe già fermato due giovani. Lo riporta oggi il Giornale di Brescia. La vittima si chiamava Lala Kamara, cresciuta in provincia di Brescia e di origini senegalesi.

La famiglia della donna vive a Calcinato, mentre la 26enne si era trasferita nella città inglese tre anni fa per lavorare come infermiera. La polizia inglese, dopo le prime indagini, ha fermato due ragazzi di 21 e 25 anni, accusati del delitto, avvenuto sabato nella casa dove viveva la giovane, che avrebbe iniziato un nuovo lavoro proprio ieri dopo aver vinto un concorso. Il padre della 26enne è già partito per l’Inghilterra: “Solo oggi saprò di più” ha detto prima di imbarcarsi sul volo.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Palermo, tenta rapina al minimarket e viene ucciso. Due feriti nella colluttazione

prev
Articolo Successivo

Reggio Calabria, cerca di dare fuoco alla ex moglie nell’auto. Polizia cerca 42enne in fuga

next