Tutta la famiglia reale britannica si è radunata lunedì all’abbazia di Westminster per celebrare il Commonwealth Day. Dalla regina Elisabetta (in viola) a Carlo e Camilla (anche lei in viola: coincidenza o gesto volontario?) a Kate Middleton con il principe William e Meghan Markle con il suo Harry. E proprio in questa occasione ufficiale c’è stato un segnale di riavvicinamento tra le due cognate: è stata Kate a fare il primo passo. La Duchessa si è avvicinata a Meghan e, a favore di fotografi, l’ha salutata con un bacio sulle guance. 

Pace fatta tra le due cognate? È presto per dirlo, dal momento che i loro gesti sono sembrati comunque molto formali. Certo è che Kate sta entrando sempre di più nel ruolo di futura regina d’Inghilterra. Per l’occasione ha sfoggiato un abito-cappotto rosso fuoco di Catherine Walker in stile militare, perfetto per l’occasione (anche se già visto durante una visita in Nuova Zelanda nel 2014). Meghan invece, ha sfoggiato un look in total withe firmato Victoria Beckham, con un cappellino che ricordava molto quelli delle infermiere ’50.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Antonella Mosetti: “Mia figlia rovinata dalla chirurgia estetica”

next
Articolo Successivo

Al Bano: “Errore madornale. Impossibile trasformare un uomo di pace come me in terrorista. Ma Putin è un grande”

next