Una ragazza di 21 anni è ricoverata in condizioni disperate all’ospedale di Aosta dopo essersi lanciata dal terzo piano di una palazzina a causa di un incendio, scoppiato in mansarda intorno alle 5.15 di sabato mattina. Secondo quanto riportano le cronache locali, la mansarda, ad Antey-Saint-André, in Valle d’Aosta, era occupata da tre giovani turisti liguri, della provincia di Genova. Anche gli altri due amici, nel tentativo di sfuggire al rogo, si sono lanciati fuori dalla finestra.

Tutti e tre hanno riportato diversi traumi. La ragazza, ricoverata in Rianimazione al Parini, è residente a Chiavari, come un amico 24enne. Il terzo amico, un 22enne di Lavagna, è stato trasferito in un centro di Fara novarese per essere sottoposto alla camera iperbarica a causa di un’intossicazione da fumo.

Il rogo è scoppiato al terzo piano di una palazzina nel centro del paese, nella bassa Valtournenche, vicino al bivio per La Magdeleine. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco con un’autobotte. Ancora da chiarire le cause dell’incendio.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Bari, mercantile turco arenato a pochi metri dalla spiaggia: vento fino a 35 nodi, in azione due rimorchiatori. Il video

prev
Articolo Successivo

Sardegna, 10 pastori indagati per blocchi. Solidarietà mette ali a vendita pecorino: in 10 giorni acquisti sono saliti del 10%

next