Il gigante europeo dell’aviazione, Airbus, smetterà di costruire il suo superjumbo A380 nel 2021. Lo dice la casa costruttrice. L’obiettivo era fare del ‘gigante dei cieli’ il più grande aereo passeggeri al mondo, ma le cose sono andate in maniera diversa. Emirates infatti – sostiene Airbus – sta tagliando gli ordini per l’aereo e di conseguenza “manca la base per sostenere la produzione”.

La decisione è un vantaggio per la rivale Boeing e un duro colpo per Airbus, che aveva sperato che l’A380 avrebbe surclassato i 747 di Boeing e avrebbe rivoluzionato i viaggi aerei. Invece, le compagnie aeree sono state caute nell’impegnarsi su un aereo così costoso, ed enorme al punto che gli aeroporti hanno dovuto costruire nuove piste e modificare i terminali per sistemarlo. Gli A380 hanno iniziato a volare nel 2008, hanno due piani e possono ospitare più di 500 passeggeri.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

La bravata della modella sul grattacielo di Toronto finisce online. Sindaco: “Inaccettabile”. Ecco cosa ha fatto

prev
Articolo Successivo

Pole dance estrema, l’esibizione di questa ballerina è da brividi: si avvita sul palo a 16 piani di altezza

next